martedì 24 gennaio 2012

Al via i lavori per la messa in sicurezza della Via Francigena a Latina


Con un ribasso d'asta del 37,8 % pari a euro 294.295,23, la ditta APSU IMPIANTI SRL di Latina e' risultata vincitrice della gara d'appalto per la messa in sicurezza del percorso pedonale della via Francigena sull'Appia, I lavori sono finanziati dalla Regione Lazio grazie ad un percorso iniziato dall'ex assessore Tiero e che vedono il Comune di Latina l'ente capofila nell'area Latina Tellus che abbraccia diversi comuni che ne fanno parte (Aprilia, Pomezia, Ardea, Cisterna, San Felice Circeo, Sabaudia, Anzio, Nettuno, Pontinia e il Parco nazionale del Circeo). Finalmente, dopo un periodo di stallo dovuto al Commissariamento del Comune di Latina, è ripartito il progetto della Via Francigena. 
Latina all'epoca dei veri pellegrinaggi che hanno sancito la storia dell'umanità cristiana prima e dopo le Crociate verso le tre mète predilette (Roma, Santiago de Compostela e Gerusalemme) era ancora immersa nelle Paludi Pontine, vi era il tracciato della regina Viarum, l'attuale Appia, che segnava il percorso per i pellegrini: ed è nella valorizzazione del tracciato Foro Appio-Pontemaggiore che si inserisce la promozione turistica di Latina.

"La progettazione sviluppa, in particolare, il progetto per la messa in sicurezza del percorso che coinvolge il tracciato di Latina Tellus che era stato già approntato, eliminando di fatto tutte quelle criticità e problematiche relative agli attraversamenti stradali, lungo l'argine in destra del canale Linea Pio - afferma l'Assessore al Turismo del Comune di Latina Gianluca Di Cocco - Ritengo importantissimo, valorizzare i luoghi della memoria e gli scenari suggestivi che hanno fatto da sfondo e cornice ai primi pellegrini che si sono recati fin verso la culla della cristianità e del cattolicesimo che risponde al nome di Roma per unirsi a quello spirito che nell'antichità era molto sentito e che faceva percorrere chilometri su chilometri a viandanti e pellegrini animati da spirito religioso ma anche d'avventura.
 
Mi auguro che in futuro, grazie sempre alla collaborazione con i funzionari della Regione Lazio, si possano individuare ulteriori somme per rendere definitivo il progetto della Francigena , cioè rendere navigabile il canale Linea Pio a partire da Borgo Faiti per arrivare fino a Ponte Maggiore; tale percorso potrebbe in futuro proseguire fino a Terracina in località Porto Badino".